%PM, %27 %602 %2018 %13:%Mar

Meglio prima che perfetto

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Oggi ho pensato a lungo all'argomento di cui parlare. Ho pensato anche di prendere la metropolitana pur di trovare l'ispirazione.... poi ho ritrovato questo articolo scritto da Laura Malanchini alcune settimane fa.
E allora... meglio prima che perfetto! ;)

Alzi la mano chi nella vita ha cambiato strada mille volte.
Chi cerca continuamente il filo conduttore tra le cose.
Chi appunta idee su più taccuini, ripromettendosi di metterle in ordine senza farlo mai.
Chi è convinto di non poter cominciare a scrivere senza essersi fatto prima una scaletta.
Chi passa dall’ordine maniacale alla confusione più totale.

Ossessionato dalla ricerca dell’Equilibrio e ricco di apparenti contraddizioni.

Il risultato?
Hai tantissime passioni, sei un poliedro dagli infiniti lati e capti, processi, analizzi, paragoni, trovi similitudini e dissonanze e poi vuoi sintetizzare. Alla ricerca della “quadra”, del “senso”, del momento perfetto per partire. E così hai perso un sacco di tempo girando come un criceto sulla ruota.
Il meraviglioso, eclettico mondo che hai dentro stenta a manifestarsi e nel frattempo ti stai consumando le zampe e la voglia di continuare a correre, se non arrivi da nessuna parte.

Allora, inizia!

Senza troppe menate. Perché in fondo, cosa c’è di compiuto in questo mondo?
La Vita stessa è continua trasformazione e movimento: perché mai si dovrebbe trovare un punto fermo prima di cominciare?
“Beh, perché altrimenti rischi di essere incomprensibile! O di sbagliare. O peggio ancora, di essere mediocre e non brillare.” dirà la tua vocina maestrina.

Ma hai notato che quando lasci fluire i pensieri ti viene tutto meglio e più naturale?
Perché hai davvero già tutto dentro di te, non è una frase fatta!

Mica male questa sensazione… un po’ “I’ve got the power”. E va bene così.
Perché l’Ego non è mica sempre Ista. I grandi filantropi della storia sono riusciti a fare molto per tanti perché hanno usato la parte buona del loro Ego e non hanno nascosto i loro talenti.
Quindi ben venga Splendere!

Fluire e Splendere.

Luce che corre, scorre e accende.
Scarica elettrica. Anzi Corrente. Continua.
Illumina il pensiero, dà energia.

Le tue potenzialità sono lì, pronte a esplodere come un fuoco d’artificio: puoi fare tanta di quella luce da accecare il cielo. Ma non succederà finché aspetti che tutto sia perfetto per fare scintille!
Pensaci: non saranno forse meglio la luce gentile dell’alba, quella carica di mezzogiorno, quella saggia del tramonto e la loro capacità di far crescere la vita su questo pianeta ogni giorno?
Non sarà meglio vederci, sempre, e ogni tanto far riposare il mondo per riprendere il suo cammino con energie rinnovate, il giorno successivo? 

Anche il buio fa la sua parte ed è co-protagonista indiscusso.
L’importante è che non sia l’unica alternativa alle scintille. Scintille o buio. Strabordo o vuoto. Musica a palla o tappo. Sei iperattivo o fai la fossa nel divano.
È che il contrario della perfezione non è la mediocrità, ma il nulla. 

E l’equilibrio e la stabilità sono due concetti molto diversi.

L’equilibrio è dinamico: se lo cerchi nella staticità della perfezione impazzisci! Se poi ci aggiungi quel pizzico di presunzione che non ti fa fare un passo finché non sei certo di “vincere” è la volta buona che Godot arriva prima. E tu ti perdi nel buio.

La soluzione per te la conosci…“So cosa devo fare”. Sì, ma finora non l’hai fatto.
E allora comincia a buttar via l’agenda dei “farò”. Non ti sto dicendo di vivere alla giornata, lo so che hai bisogno di pianificare e che fa bene alla tua vita….

MA

Lascia spazio all’improvvisazione, innanzitutto. Accogli il flusso.
Senza necessariamente doverlo far rientrare in uno schema logico.
Buttati.

Fai.
Vivi il presente. Che non è vivere attimo per attimo, ma vivere intensamente Ogni Attimo. Goditela. Comincia a rifiutare il “tutto o niente”: ora agisci un centimetro alla volta.
In un flusso continuo di Presenza e Attenzione, a quello che hai in programma di fare come a quello che arriva così.

Inizia subito, inizia da dove sei.
Con le mani che tremano. Con il dubbio.
Ma inizia!

Arriverà il giorno in cui tutto avrà un senso.
E quando meno te l’aspetterai…forse sarà già arrivato.

#enjoylife

Lascia un commento

:)

Letto 3718 volte Ultima modifica il %PM, %27 %610 %2018 %13:%Mar

Rimani sempre aggiornato!