%AM, %05 %455 %2018 %09:%Giu

La ricetta perfetta per dare il meglio di sé

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato ero presente alle fasi finali del Campionato Italiano di pallavolo, categoria Under 16.

Nello specifico, era una delle due semifinali.

Si scontravano Monza e Verona, due squadre che a inizio torneo non sembravano attrezzate per arrivare fino qui.

Ho visto una partita sulla quale potrei scrivere un intero trattato di Coaching, se andassi a prendere ogni singolo episodio.
Ancora una volta, ho potuto constatare come la parte mentale possa essere davvero un grande freno o un meraviglioso acceleratore di risultati, un vero e proprio “Turbo” per il talento dei singoli e dei team.
Non che ne avessi bisogno, ma amo vedere partite che mi danno ancora questo tipo di conferme.

Durante il primo set è subito evidente la differenza tecnica tra le due squadre.
Verona è carente a servizio e in palleggio.
I ragazzi di Monza sono più equilibrati verso l’alto in tutti i fondamentali.

MA. (Beh, se non ci fosse un MA, non inizierebbe nemmeno la storia...)
I giocatori di brianzoli hanno il braccino.
Servizi mosci o a rete, ricezioni al limite, schiacciate stilisticamente quasi perfette ma che al momento topico sembrano perdere di potenza e precisione, come se un attimo prima del contatto con la mano l’attaccante di turno pensasse qualcosa tipo “e se adesso la sbaglio?”...

Anche il muro arriva sempre una frazione di secondo in ritardo, e lo schiacciatore Veronese, comunque uno dei più dotati dei ragazzi in maglia gialla, trova sempre lo spazio per far impazzire la difesa avversaria.

I brianzoli tirano fuori il loro talento, arrivano colpi interessanti, ma quando sembra che possano rientrare, ogni volta, ecco che qualcosa va storto e il castello di carte crolla, ancora, fino alla fine del set.
Sembra una di quelle partite segnate, quelle in cui niente va per il verso giusto...

SE (ci vuole anche un SE, per cambiare le carte in tavola...) non fosse che i ragazzi di Coach Eccheli, oltre alle basi tecniche e fisiche, hanno una Grinta e una voglia di vincere fuori dal comune...
Potrei anche azzardare che hanno maturato, durante queste partite della fase finale, una delle doti mentali che qualunque allenatore vorrebbe veder fiorire nel proprio Team: la consapevolezza di essere in grado di giocarsela con chiunque, di non essere inferiori a nessuno!

Il secondo set vede ancora qualche errore, soprattutto in ricezione e palleggio, giusto a mostrare quel po’ di paura di sbagliare che ancora affiora, ma la grinta in questa fase copre anche gli errori, e i giocatori più determinati riescono ad essere decisivi anche nonostante qualche errore.

Si va al terzo set, il più bello.
Monza si tiene costantemente avanti, ma la stanchezza livella un po’ il tasso tecnico, finché il capitano Monzese non si trova “fuori ruolo” e mette a terra la schiacciata più bella e importante di tutta la partita.
È uno di quei colpi che farebbe barcollare un pugile. È un uragano che sradica le case. È un terremoto che fa tremare le fondamenta più profonde.

Forse a livello razionale non se ne accorge quasi nessuno, né da una parte né dall’altra, ma quello è di fatto il colpo che cambia definitivamente la partita.
Finisce il terzo set, e al quarto Verona, visibilmente rintronata, sbaglia ognuno dei colpi che potrebbero farla rientrare in partita; quelli che sembravano i punti di forza e i giocatori decisivi durante il primo set, ora sono punti deboli, errori gratuiti, varchi chiusi.

In tutto questo, il tasso tecnico dei Brianzoli cresce costantemente: entrano colpi rischiosi, Ace al limite, ricezioni di quelle che ti fanno amare ancora di più questo sport...
Proprio quei colpi che un’ora prima non entravano, ora, nonostante la stanchezza, sembrano quasi facili, naturali.

La mente è sgombra da altri pensieri, vede solo l’obiettivo e vive il momento presente: ricetta perfetta per dare il meglio di sé.

Si chiude in quattro set.
Andiamo in finale.
La finale sarà dura.
Ma con questa Grinta, si gioca ogni match al 110%.

#enjoylife

 

Lascia un commento

:)

Letto 3278 volte Ultima modifica il %AM, %05 %476 %2018 %10:%Giu

Rimani sempre aggiornato!